Beauty Tips #9 : guida rapida alla lettura dell’ Inci

Buon pomeriggio ragazze! Oggi parliamo di Inci e come riconoscere al volo un prodotto verde da uno meno naturale.

Di solito quando siamo al supermercato non abbiamo tempo per spulciare con attenzione tutti gli ingredienti. Cercheremo dunque di darvi qualche consiglio su come avere buon occhio!

Beauty Tips - Cugine MakeUp

 

Biodizionario e Saicosatisplami

Sono le migliori guide che potete trovare sul web per capire a quale categoria appartengono gli ingredienti di un particolare prodotto. Il Biodizionario è un vero e proprio (come dice la parola) dizionario dove potete inserire l’ingrediente che cercate e capire a quale categoria appartiene (buono, medio o cattivo).

Guida INCI su BioDizionario.it

Vengono classificati con 3 colori, verde, giallo e rosso.

Verdeassolutamente positivo: potete trovarne con 1 o 2 pallini ; in entrambe le situazioni super Si! Sono di solito tutti gli estratti vegetali e naturali che donano i veri e proprio effetti benefici.

Gialloso and so : possiamo accettarne una quantità limitata, massimo 4/5 in una lista ingredienti infinita e preferibilmente nella parte finale dell’inci.

Rossonon ci siamo : anche qui 1 o 2 pallini. Sono accettabili ingredienti con 1 solo pallino rosso se non si trovano ai primi posti; sono da evitare (se si decide di seguire una linea Bio) quelli con 2!

Saicosatispalmi è invece un forum nel quale potete trovare già l’analisi completa dell’inci di numerosi prodotti o trovare alcune voce mancanti nel Biodizionario e completare in quel caso la vostra ricerca.

Guida INCI su SaiCosaTiSpalmi.org

Assolutamente Green

Appartengono a questa categoria tutte le voci che presentano le seguenti caratteristiche :

  1.  Ovviamente l’Ingrediente che troverete quasi sempre è l’Acqua (Aqua)
  2. Presentano nel nome le diciture Seed , Fruit, Oil, Flower Extract .. Sono gli estratti vegetali che compongono il vostro prodotto.
  3. Tocopherol, un antiossidante indispensabile.
  4. Sodium Benzoate, un preservante verde.
  5. Alcuni tipi di Alcohol come il Myristyl, Cetearyl, Oleyl.
  6. Glycerin e quasi tutti i suoi derivati, denaturante e solvente.
  7. Citric Acid, sequestrante e agente tampone.

 

So and So

Ne fanno parte i conservanti (ad esclusione dei Parabeni, pallino rosso) e gli allergeni, eccone  qualcuno e come riconoscerli:

  1. Phenoxyethanol, uno dei conservanti più diffusi.
  2. Tutti gli ingredienti che terminano con -ene, -ol, -iol : sono allergeni o conservanti come il Limonene, Citral o Citronellol.
  3. Nylon 12, lo trovate nei prodotti per il make up.
  4. Tutte le diciture che iniziano Benzyl o Benzoic (ad esclusione del Benzyl Acetate, verde)
  5. Alcohol Denat. , solvente molto usato nei prodotti skincare e capelli.

 

Decisamente NO!

É importante specificare che ogni ingrediente presente in un prodotto, nelle dosi indicate non è dannoso quantomeno alla nostra persona. Molte volte il fattore ambientale, nel mondo ecobio (e dovrebbe esserlo in generale) incide sul colore e quindi sulla categoria a cui appartiene. Tutte le molecole sintetiche sono di solito da evitare in quanto non vengono smaltite, così come EDTA i quali sono nocivi per la fauna e flora marina. Vediamo come riconoscerli:

  1. Parabeni, facili da riconoscere: terminanto tutti con -paraben.
  2. Siliconi, anche questi piuttosto facili da individuare: terminano con –one, -ane. Es. Dimethicone.
  3. Tutto ciò che contiene la siglia PEG o PPG : sono petrolati o derivati.
  4. Iso- , molecole sintetiche.
  5. Tutto ciò che contiene numeri: possono essere in alternativa petrolati o molecole sintetiche.
  6. Dipropylene e Butylene Glycol ed alcune derivazioni che presentano anche numeri e la dicitura PEG/PPG.
  7. Coloranti : vengono indicati con CI più una serie numerica. Non tutti sono da pallino rosso o giallo. Vanno controllati uno per uno.
  8. EDTA, forti sequestranti.
  9. SLS, o in generale quasi tutte le diciture Sodium () Sulfate

 

Dove, Come e Perchè

Di solito l’Inci è posizionato sulla confezione del prodotto per quanto riguarda la categoria capelli. Per creme e make up si possono trovare abitualmente sulle scatole che li contengono. Gli ingredienti sono elencati in ordine di quantità presente all’interno, dalla più elevata alla più scarsa. Riuscire velocemente ad indviduare un prodotto verde da uno meno bio è difficile: in commercio nella grande distribuzione potete affidarvi ai seguenti marchi

  1. Omia Laboratories
  2. I Provenzali
  3. Ekos
  4. Geomar
  5. Montagne Jeneusse
  6. Alcune linee della Garnier ( non contengono nè Siliconi, nè Parabeni)
  7. Cien Nature in vendita presso Lidl
  8. Alcuni prodotti Yves Rocher ( senza Siliconi, Parabeni, Petrolati)

Ad eccezione di Omia ed Ekos (e sarebbe da verificare I Provenzali), tutti questi marchi producono prodotti dal buon Inci ( 1 o 2 al massimo ingrediente rosso ad esempio) senza alcuna certificazione visibilmente riconoscibile. Siete voi che dovete armarmi di pazienza   (anche attraverso recensioni) per conoscere la validità dello shampoo o crema che si sta utilizzando.




Per essere sicure che sia un prodotto bio o vegano potete cercare sulla confezione il simbolino ICEA o Vegan Ok che certificheranno l’appartenza alle rispettive categorie. Se avete la fortuna di potervi recare in una Biocosmesi, potete tranquillamente affidarvi a brand come

  1. Biofficina Toscana
  2. Madàra
  3. Alkemilla
  4. Neve Cosmetics
  5. Purobio Cosmetics

e davvero tantissimi altri….

Fra questi non troverete scritto Nabla, in vendita in una buona parte di biocosmesi e bio shop online, ma scartata da molte altre perchè non un prodotto bio 100% come ad esempio Neve o Purobio.

La nostra filosofia

Come sapete già se ci seguite, non siamo delle Vegane puriste, direi tutt’altro! Sopratutto in ambito Make Up non ci facciamo problemi: l’inci diviene marginale. Apprezziamo però tutto ciò che viene immesso in commercio che rispetti ambiente e persone: infatti nella nostra collection troviamo anche pezzi di Nabla, Neve e Purobio.

Diversa la scelta per quanto riguarda Capelli e Viso: qui siamo più attente. Cerchiamo di evitare prodotti con Siliconi, Parabeni e Petrolati, smistandoci fra prodotti di natura Bio/Vegan (Biofficina, Eterea Cosmetics, Lumaca Gold, Omia…)  a quelli dal buon Inci (come Yves Rocher o Cien).

Insomma utilizziamo un po’ di tutto senza distinzioni! L’importante per noi è che sia realmente efficace.

Vi lasciamo questo promemoria che potrete stampare (o salvare sul vostro smartphone) e portare sempre con voi, per potervi togliere speriamo qualche dubbio durante i vostri acquisti!

 

Ragazze questo è tutto! Abbiamo cercato di spiegarvi cosa abbia imparato in questo periodo da #beautyblogger e speriamo di avervi chiarito le idee! Un bacione dolcezze, noi vi aspettiamo lunedì sempre qui su cuginemakeup.com !

 Vi aspettiamo sui nostri social :
 
Snapchat: @cugine.makeup

Ragazze alla prossima! Per rimanere sempre aggiornate, iscrivetevi nella apposita sezione Subscribe che trovate in fondo o sulla colonna destra!

Un bacione dalle vostre #cuginemakeup

 

 

 

2 pensieri riguardo “Beauty Tips #9 : guida rapida alla lettura dell’ Inci

  • 3 marzo 2017 in 19:39
    Permalink

    Anch’io cerco di utilizzare per i capelli prodotti totalmente bio! Grazie a questo post posso capire al meglio i oro dotti da evitare! :*

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *